Quattro donne e uno sciamano

vendere acquistare libri usati e nuovi libreria hobbybook sito recensioni libri passione lettura no profit community pubblicita proprio libro gratis

Quattro donne e uno sciamano

Federica Garbolino

Recensore : Mariarosaria Tuccillo

A Lucia, al suo coraggio e alla sua voglia di vivere. In questa semplice e concisa dedica, fatta dall’autrice Federica Garbolino, credo che sia riassunto il significato e la profonda trama di “Quattro donne e uno sciamano”.

Quattro donne decidono di intraprendere un viaggio nel profondo della foresta Amazzonica in Perù. Sono quattro donne molto diverse tra di loro, ma accumunate da un’unica cosa: la speranza. Lucia, una delle quattro protagoniste, è affetta da anni da un cancro al seno, che cerca con ogni forza di combattere e sconfiggere. Non trovando beneficio nelle moderne tecniche curative, decide di partire alla volta del Perù per incontrare Luis, uno sciamano che ha la fama di essere un guaritore. E così Arianna, Giorgia e Francesca decidono di intraprendere questo viaggio per appoggiare la loro amica, scettiche, ma consapevoli del necessario sostegno di cui necessita Lucia. Si ritrovano sbalzate in una realtà diversa dalla loro normale routine caotica che vivono in città, navigando nel maestoso Rio delle Amazzoni, circondate dalla moltitudine di colori che caratterizzano la selva Amazzonica. Inaspettatamente vengono coinvolte da Luis nei riti di purificazione a base di ayahuasca e trance ipnotiche, ingurgitano piante medicinali e percorrono, accanto a Lucia, i misteriosi sentieri della salute e della malattia.

 

Il romanzo è scritto sottoforma di diario, e il modo di scrivere dell’autrice è semplice, fluido e allo stesso tempo articolato e non superficiale. È una storia che è possibile definire come un inno alla vita, e di quanto ci si è disposti a spingersi pur di afferla e di non lasciarla andare via. È una storia di opposti, che lascia riflettere chi legge sul significato della vita e dalla morte, della salute e della malattia, della speranza e della disperazione, della leggerezza e del raziocinio.

Federica Garbolino riesce con questo romanzo a condurre i lettori nella selva Amazzonica, a respirare e vivere quasi in prima persona ogni esperienza.