La porta delle tenebre

libri nuova uscita feltrinelli mondadori anno 2016 thriller narrativa amore gialli romanzi psicologia esoterismo hobbybook sito recensioni libri passione lettura no profit community pubblicita proprio libro gratis

La porta delle tenebre

Glenn Cooper

Recensore : Antonio Canale

Il ritorno dall’inferno non è andato come previsto. John ed Emily sono riusciti a tornare sulla terra ma, al loro posto, otto viventi sono stati catapultati nell’Oltre, con otto dannati apparsi dal nulla al loro posto. Il portale interdimensionale si è ormai allargato. Le autorità non riescono più ad insabbiare il fatto e i nostri due coraggiosi protagonisti saranno costretti a ritornare dall’altra parte per salvare i propri cari, in un viaggio ancor più tortuoso e con nuovi acerrimi nemici "storici"....
"La porta delle tenebre" è il secondo libro della triologia "Dannati" di Glenn Cooper, genere, come già detto nella recensione del primo libro, Thriller-Fantasy.
E’ ovvio che la prima cosa che viene a mancare in questo libro è l’effetto novità" poichè, essendo un sequel, la trama segue la falsariga del primo. Una mancanza che Glenn Cooper riesce a colmare dotando la trama di più azione ed avventura, nella quale ricoprirà il ruolo di antagonista primario Iosif Stalin. Come nel primo libro, anche "La porta delle tenebre" tocca argomenti che vanno oltre la trama. Infatti all’inferno, stavolta, ci finiscono anche due bambini, nipoti di Emily, ed è affascinante come le peggiori anime vissute sulla terra, ora dannate per l’eternità, riescano a commuoversi e preoccuparsi della salvaguardia di due piccole creature, inesistenti in quello che è il mondo infernale. Una trama che, a tratti, prende una piega "forzata", come se dovesse per forza andar tutto secondo i piani anche stavolta, dove però l’epilogo lascerà tutti col fiato sospeso.
In conclusione, su scala di valutazione da 1 a 5, questa volta il mio voto è 4. Un punto in meno rispetto al primo libro, scelta dovuta al fatto che ho trovato questa storia più scontata e meno avvincente, almeno per quanto mi riguarda. Valutazione che però non mi
condizionerà a terminare questa trilogia che merita assolutamente di essere letta tutta.
Quindi....ci rivediamo presto Glenn con "L’invazione delle tenebre"!