La mia e la tua guarigione

recensisci un libro gratuitamente giornalista passione hobbybook sito recensioni libri passione lettura no profit community pubblicita proprio libro gratis

La mia e la tua guarigione

Massimo Boscarino

Recensore : Daniela Molinaro

Massimo Boscarino, autore e protagonista della storia, sembra condurre all’apparenza una vita ordinaria e a suo avviso insoddisfacente: è sposato, ha dei figli, gestisce un negozio di antiquariato. Per dare un tocco in più a questa esistenza tendente al monotono, Massimo si appassiona all’ arte in varie forme, ai viaggi e alla ricerca della vera essenza di sé. Ad un certo punto, in maniera del tutto inaspettata, qualcosa entrerà a far parte della sua vita fino a sconvolgerla del tutto e, strano a dirsi, fino a diventare la sua “amica”: la sua amica leucemia. Di fronte ad una notizia del genere la scelta di come reagire dipende esclusivamente da un’attitudine personale e allora Massimo decide di accoglierla e di guarirla in un modo del tutto soggettivo. Di pari passo con le cure proposte dai medici, l’autore decide di intraprendere un percorso alternativo con il suo io interiore, il suo spirito e la sua vera essenza. Essenza che andrà a ricercare nell’arco di dieci anni, compiendo viaggi reali in luoghi che possano consentirgli al contempo un viaggio nel suo io per un contatto sempre più profondo con la sua essenza, per arrivare infine alla guarigione. E nel frattempo la leucemia sarà una parte del suo essere, che è lì e va curata, accettandola e sanandola attraverso questo percorso mistico e spirituale. Sarà quindi un percorso lungo e profondo sempre in bilico tra il razionale e l’irrazionale, tra l’empirico e  il trascendentale.

La mia e la tua guarigione” è un libro breve, che l’autore decide di scrivere una volta guarito per mettere alla portata di tutti la sua esperienza, non con la pretesa di essere un esempio, ma con consapevolezza che ognuno possa interpretare questa storia come meglio crede e, perché no, criticarla.

Nonostante il ridotto numero di pagine, il libro è abbastanza complesso. Massimo Boscarino spesso fa digressioni personali e articolate che si muovono tra la filosofia, la religione e la misticità. Affrontare un tema complesso già per gli antichi filosofi greci come quello dell’essere e il divenire o riproporre la marxista concezione della “religione come oppio dei popoli”, presuppone una certa attenzione da parte del lettore che vuole coglierla appieno. E ancora, muoversi nell’ambito delle filosofie orientali e proporre un tema profondo come la spiritualità e la ricerca dell’io, richiede un’altrettanta apertura mentale da parte di chi legge se ci si vuole calare del tutto nella storia.