Fotografie scomposte

recensire libro gratuitamente giornalista passione hobbybook sito recensioni libri gratis pubblicita proprio libro gratis

Fotografie scomposte

Anna Pasquini

Recensore : Alice Chiesurin

Una raccolta di racconti di lunghezze diverso e dai mille personaggi, ciascuno con una sua storia e un suo vissuto. L’amore di due giovani aristocratici che decidono di salpare per l’America nonostante i dubbi delle famiglie, storie di amore nate in ufficio o tra gli scaffali di un negozio, riflessioni e sfoghi sul ruolo della donna nella società contemporanea, lamenti e ingiustizie sui posti di lavoro, il rapporto toccante tra padre e figlio: diversi spaccati della vita quotidiana di persone normali vengono raccontati in queste pagine. 

Istantanee di vita descritte con semplicità e in cui il lettore diventa anche spettatore di tutto quello che gli viene narrato. 

 

Anna Pasquini ritorna con una seconda raccolta col suo stile semplice e incisivo capace di travolgere e far pensare chiunque decida di affrontare il suo libro. Le storie raccontate sono ricche di sentimenti contrastanti e spesso opposti tra loro. Alcuni personaggi lasciano entrare il lettore nella loro quotidianità parlando in prima persona e lasciandosi andare a un flusso di pensiero (nell’ultimo racconto è la stessa autrice a descrivere la sua esperienza) mentre gli altri personaggi sono raccontati attraverso gli occhi di chi scrive, che permette di aprire una finestra nelle loro vite per sbirciarci dentro. 

Sentimenti di amore, compassione, odio, sgomento e tenerezza si alternano tra le varie pagine lasciandosi dietro uno tsunami di emozioni e riflessioni profonde, a volte difficili da assimilare o accettare. 

 

Alcuni temi trattati sono molto delicati e importanti: uno sfondo legato al luogo comune secondo cui una donna senza figli non è completa e il racconto in prima persona di un uomo che decide per l’eutanasia diventano esempio della bravura dell’autrice, che anche in una forma veloce come può essere quella del racconto breve riesce a lasciare il segno. Altre storie diventano testimonianza della forza delle donne, che nonostante una sia stata sfregiata dall’acido e l’altra sia stata considerata inadatta a svolgere un lavoro di hostess, si battono ogni giorno per dimostrare la loro forza e il non volersi arrendere. 

 

Alcuni intermezzi divertenti completano il libro, ricordando al lettore che va bene essere seri e ragionare su situazioni critiche e temi impegnativi ma che ogni tanto è anche giusto sorridere e concedersi un po’ di spensieratezza.