Errando

thriller narrativa amore gialli romanzi psicologia esoterismo hobbybook sito recensioni libri gratis pubblicita proprio libro gratis

Errando

David Berti

Recensore : Giovanna Perna

David Berti ci racconta di Angelo e del suo pellegrinare lungo la Via Francigena.

Un cammino con una percorrenza di 945 km fatto di milioni di passi, numerosi ostacoli, viaggi interiori e, soprattutto, scoperte.

Attraverso le pagine di “Errando” impareremo a conoscere le meraviglie paesaggistiche italiane, conosceremo leggende e racconti storici di svariati posti, ci troveremo in costante contatto con la natura, con il sole e la pioggia ed, infine, scopriremo le storie di persone sconosciute che, fondendosi, diverranno un po’ le nostre.

I racconti di vita vissuta dei pellegrini, incontrati durante il cammino, hanno una notevole importanza nel romanzo dove si alternano dialoghi e narrazione, sottolineando domande e battute del protagonista, alimentando la curiosità del lettore. 

 

David Berti, in questo suo ultimo libro, racconta come il protagonista vive il suo pellegrinaggio e ci insegna che spesso siamo troppo concentrati su noi stessi, sui problemi, sullo stress cittadino e quotidiano, e non ci accorgiamo del mondo che ci circonda.

Consiglierei un po’ a tutti di leggere questo libro perché, in una modalità totalmente piacevole, scorrevole e leggera, insegna a “vedere aldilà del proprio naso”, a non essere ricurvi su se stessi ma ad Errare quindi vagare e sbagliare.

Se vago, se viaggio, se vivo… erro. Se son bloccato sui pensieri nocivi, non contesto il mio modo di vivere e non metto in discussione dei punti di vista diversi rispetto al mio… la vita si riduce ad un’inerzia, si lascia che le cose vadano avanti da sole, senza impegnarsi, quasi rassegnandosi alla sopravvivenza.

Il protagonista, così, terminerà il suo viaggio con nuove consapevolezze ma, soprattutto, nuove conoscenze che arricchiranno il suo bagaglio culturale e spirituale.

 

“L’ERRARE E’ NECESSARIO ALLA CRESCITA E ALLA CONOSCENZA. VI SI CELA IL SEME DEL CAMBIAMENTO”.